Perchè Scegliere Qgis

CINQUE RAGIONE PER INIZIARE SCEGLIERE QGIS

Per quelli che sono ancora restii ad utilizzare la piattaforma GIS open source QGIS, ecco cinque validi motivi per iniziare adesso.

1. QGIS E’ GRATIS

QGIS è FOSS che sta per Free e Open Source Software. Chiunque in possesso di una connessione internet può visitare uno dei siti di download e scaricare una copia del software GIS. Non viene applicato nessun costo e il codice sorgente è visibile e disponibile secondo la licenza GNU General Public Licence (GPL). Visita la pagina di download Quantum GIS per trovare la versione idonea al tuo sistema operativo.

2. QGIS E’ CROSS-PLATFORM (MULTIPIATTAFORMA)

Mac, PC o sistema Linux? Non importa. C’è un pacchetto QGIS per tutti e tre i sistemi operativi. C’è una versione disponibile anche per Android (in sviluppo), per quegli utenti che vogliono lanciare QGIS su un tablet. Non ci saranno invece versioni per iPad almeno a breve, a causa delle norme sulle licenze.

Il fatto che QGIS sia cross-platform apre aumenta il numero dei possibili utilizzatori rispetto alle correnti versioni commerciali presenti su mercato.

La crescente popolaritàdi QGIS può essere in parte attribuita alla carenza di applicazioni GIS Mac-based. Per gli utilizzatori del Mac che non vogliono avere una macchina virtuale installata sul proprio Mac, questa versione di QGIS è un’ottima soluzione.

3. L’UTILIZZO DEL SOFTWARE GIS OPEN SOURCE STA AUMENTANDO

Anche se sicuramente non ha ottenuto ancora i livelli di diffusione della piattaforma Esri-ArcGIS, l’utilizzo di QGIS Open Source sta crescendo come una valida alternativa alle versioni commerciali.

E’ difficile stabilire il numero di utilizzatori di QGIS nel mondo, ma Gary Sherman, il fondatore-ideatore di QGIS, ci ha provato geolocalizzando gli indirizzi IP degli utenti che hanno scaricato il software. Da quell’analisi, Sherman ha stimato nel mese di Dicembre del 2014 che gli utilizzatori in quel momento erano all’incirca 200.000.

L’adozione di software GIS open source da parte delle aziende invece delle versioni commerciali è in sempre in crescendo da parte dell’industria GIS. Il miglioramento dell’interfaccia utente da parte dei pacchetti open source si combina perfettamente con l’esigenza da parte delle compagnie di ridurre i costi.

Anche le Pubbliche Amministrazioni Italiane hanno scelto di utilizzare Qgis proprio per i sui bassi costi e l’alta produttività, Ad Esempio in Arpa Piemonte il sistema è molto per radicato ed addirittura hanno creato una versione portable, oppure La Regione Veneto nelle linee guida per la produzione del piano di protezione civile mette a disposizione un progetto Qgis già allestito.

4. SUPPORTO QGIS E TUTORIAL

Se pensi di essere abbandonato a te stesso nell’apprendere l’utilizzo del QGIS sappi che esiste un importante supporto utente.

C’è un crescente supporto da parte di volontari-sviluppatori che lavora per fissare bachi e per estendere le funzionalità del QGIS. Il sito QGIS ha un parte di FAQ e domande con tutorial introduttivi che coprono argomenti come data raster e vettoriali, analisi spaziali e cartografiche. Il blog  Free and Open Source GIS Ramblings seguito da Anita Graser è un’eccellente fonte per suggerimenti e tutorial. Nell’articolo  Getting Started with QGIS trovi risorse interessanti per imparare il QGIS.

Il progetto QGIS ha alle spalle importanti sponsor e Università che investono per sviluppare QGIs e renderolo sempre più competitivo.

In Italia è presente una comunità di utilizzatori molto diffusa e radicata in grado di dare supporto e consigliare tutti i nuovi utenti che si avvicinano a QGIS.

5. CURRICULUM

Tra le offerte di lavoro la richiesta di almeno un po’ di familiarità con i sistemi GIS ormai è richiesta . Un sondaggio da parte di  Eric Pimpler di Geochalkboard sui lavori GIS ha scoperto che il 14% di chi risponde a questi annunci nomina il software GIS open source come un software di utilizzo secondario nel proprio lavoro. Il grafico sottostante invece mostra come dal 2006 sia sempre più in crescita la presenza di skill professionali associati a software open source in particolare nel mercato GIS. Per i professionisti del GIS che desiderano di essere competitivi accrescere la loro esperienza sia con software open source che di proprietà è comunque fondamentale.

, ,
Articolo precedente
Superare il pulg-in l’OpenLayer in QGIS3.x e QGIS2.x
Articolo successivo
Analisi per Posizione Qgis 3

Post correlati

Menu