Superare il pulg-in l’OpenLayer in QGIS3.x e QGIS2.x

Con il cambiamento di policy di google a luglio 2018 e contestualmente l’aggiornamento a QGIS3.0 molti utenti hanno riscontrato una serie di problemi nell’utilizzare il plugin di OpenLayers e quindi nel vedere le mappe di sfondo su Qgis, tra i principali la noiosa scritta “For development purposes only” in sovrapposizione alle mappe di google, questo riguarda sia la versione di Qgis2 e Qgis3.

Ma non vi preoccupate La soluzione per continuare visualizzare le mappe di Google come fonte è davvero semplice, è sufficiente scaricare ed usare il plugin: QuickMapServices.

  •  Dal menu in alto selezionare “plugins”, in seguito premere su “gestisci e installa plugins”, da qui cercare QuickMapServices e installarlo.

intallare-plugin-QGIS

Installare-QuickMapServices-QGIS

  • Una volta installato il plugin, sempre nel menu selezionare “web”, a questo punto apparirà QuickMapServices. Cliccando è possibile vedere diverse fonti di default, per aggiungerne di ulteriori, selezionare in fondo al menu “settings”.

Setting-QuickMapServices-in-QGIS

  •  Una volta raggiunte le impostazioni, selezionare “More Services” e cliccare su “Get contributed pack”

Installare-contributed-services-QGIS

  • A questo punto ritornando nel menu delle fonti di QuickMapServices saranno visibili i layer di Google e altri servizi. Per attivare o disattivare una fonte è possibile andare nel menu delle impostazioni di QMS e settare la voce “Visibility”

Layers-QuickMapServices-QGIS

Con questi pochi semplici passaggi è possibile tornare a riutilizzare Google per le mappe di sfondo.

Rispetto al plug-in openlayer non è richiesta la registrazione dell’ Apy Key di google con inserimento dei dati della carta di credito.
, , , ,
Articolo successivo
Perchè Scegliere Qgis

Post correlati

Menu